1

Nella mitica Jacuzia, vincono i comunisti

Per molti italiani la Jacuzia è solo un territorio del gioco da tavolo Risiko. Ebbene no! La Jacuzia, vi informiamo che esiste per davvero.

Ieri nelle elezioni legislative il Partito Comunista della Federazione Russa ha vinto le elezioni della Duma con il 35,15%, battendo Russia Unita. Russia Unita è giunta al secondo posto con il 33,22%, “Gente nuova” ha ottenuto il 9,87%, Russia Giusta – Per la Verità l’8,19%, e il Partito liberaldemocratico di Zirinovsky aveva il 5,14%. L’affluenza è stata del 51,23%. Nel collegio uninominale di Yakutsk, il candidato dei comunisti Pyotr Ammosov ha vinto con il 21,61%. Pyotr Cherkashin di Russia Unita ha avuto il 20,07%, mentre Fedot Tumusov di Russia Giusta il 19,55%.

Quest’estate giganteschi incendi hanno devastato la sua taiga, con una ferocia senza precedenti. Stando a Greenpeace Russia i roghi qui, per estensione, superato tutti gli altri incendi del mondo messi insiemecon un singolo ‘fronte’ di ben 1,5 milioni di ettari che ormai è a un passo dal diventare il più grande incendio nella storia documentata del pianeta. L’apocalisse che sta vivendo la Jacuzia rappresenta un perfetto esempio di danni da cambiamento climatico sommati all’incuria dell’uomo.